Navigazione veloce

Codice disciplinare

Codice  Disciplinare 

L’art. 7, comma 1, della Legge n. 300/1970 impone ai datori di lavoro di portare a conoscenza dei lavoratori, mediante affissione in luogo accessibile a tutti, il Codice Disciplinare, cioè l’insieme delle norme, in particolare di derivazione contrattuale, “relative alle sanzioni, alle infrazioni in relazione alle quali ciascuna di esse può essere applicata ed alle procedure di contestazione delle stesse”.
La ragione della obbligatorietà di tale adempimento è da ricercare nella necessità che sia assicurata a tutti lavoratori la conoscenza del sistema delle regole dell’organizzazione di appartenenza affinché abbiano consapevolezza della responsabilità perseguibile sul piano disciplinare.

L’art. 68, 2° comma, del D.L.vo n. 150/2009 (che sostituisce l’art.55, 2° comma, del D.L.vo n. 165/2001) prevede che “la pubblicazione sul sito istituzionale dell’amministrazione del Codice Disciplinare, recante l’indicazione delle predette infrazioni e relative sanzioni, equivale a tutti gli effetti alla sua affissione all’ingresso della sede di lavoro”.

In ottemperanza alle suindicate disposizioni normative, si pubblica il Codice Disciplinare applicabile al personale Docente ed A.T.A. in servizio presso l’Istituto e composto dalle seguenti norme:

Si pubblica, altresì, la Circolare MIUR n.88-2010 recante “Indicazioni e istruzioni per l’applicazione al personale della Scuola delle nuove norme in materia disciplinare introdotte dal D.L.vo n.150/2009”.

 

Si pubblica il D.P.R. 16/04/2013 n. 62 contenente il “Regolamento recante Codice di Comportamento dei dipendenti pubblici, a norma dell’art. 54 del D. L.vo 30/03/2001 n. 165”. Il citato D.P.R., pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 129 del 4 giugno 2013, abroga il codice di comportamento dei dipendenti delle pubblicheAmministrazioni già approvato con Decreto del Ministro per la Funzione Pubblica del 28 novembre 2000

Codice di comportamento dei dipendenti pubblici 2013